Siamo in molti ad essere estremamente attenti nello scegliere cosa mangiare. Non solo in termini di scelta di ingredienti ma, soprattutto, in termini di qualità: biologico, chilometro zero, biodinamico, ecc…
Ma quando dobbiamo rassettare le stoviglie e, soprattutto, fare quel lavoro così divertente che è “pulire il lavello-i fuochi-il forno” come ci comportiamo? Vorremmo fuggire e lasciare ad altri il compito? Questo sicuramente! Ma scherzi a parte, tutti noi possediamo un ingrediente sorprendente che ci può aiutare nel campo della detergenza. Il tutto con due vantaggi:
1) riciclare gli scarti di cucina
2) ottenere un prodotto che non sia pericoloso all’inalazione durante l’uso.
Parlo del limone!

limone tagliato metà per il detergente al limone
Ma non il limone intero, quello meglio consumarlo in vari modi: spremuto per la famosa acqua e limone del mattino, per una macedonia, per un dolce, per condire le verdure… Insomma, un sacco di utilizzi!
Parlo della buccia del limone spremuto: la buttiamo? Certo che no! La possiamo mettere nella lavastoviglie, certo, per deodorare. Ma si può fare altro.

buccia di limone spremuto per detergente al limone
Un giorno, leggendo le varie proprietà del limone ho pensato: ma se io riutilizzassi tutta la buccia? Magari di un bel limone biologico?
E così mi sono inventata questo metodo. Non mi illudo di aver scoperto l’acqua calda, magari qualcuno già lo fa, ma la soddisfazione di dire “ci ho pensato io”? Dove la mettiamo?
Basta chiacchiere, e passiamo alla realizzazione di questa offerta “due per uno”: otterremo due prepararti da un unico limone.
Conservate le due metà di un limone spremuto e tagliatele a pezzetti.

mezzo limone intero e mezzo tagliato per detergente al limone

bucce di limone a pezzetti per il detergente al limone
Mettete le bucce tagliuzzate in un frullatore: potete usare anche quello ad immersione (il famoso mini-pimer) ma uno chiuso sarebbe meglio.

bucce nel frullatore per detergente al limone
Aggiungete circa 300 g di acqua e frullate: otterrete una poltiglia densa.

bucce e acqua da frullare per detergente al limone

poltiglia di buccia frullata per detergente al limone
Versatela in un pentolino e portatela al bollore; la lascerete cuocere 10 minuti. 

mettere a bollire il limone frullato per il detergente al limone

bollire le bucce frullate per il detergente al limone

Questo passaggio consente di aumentare la durata del composto che, in ogni caso, va conservato in frigorifero.
Una volta intiepidito, filtrate il composto tramite un colino, schiacciando bene per recuperare più liquido possibile.

colare le bucce frullate e cotte per il detergente al limone
Otterrete così due preparati, uno liquido e uno grumoso e abbastanza asciutto.

due parti di detergente al limone: una liquida e una solida
Vi spiego come li utilizzo.
La parte che per comodità chiamerò solida, la potete usare come blandissimo abrasivo per le pulizie. Poiché il limone ha potere sgrassante, l’uso ideale è per pulire il lavello in cucina. Lo potete utilizzare così com’è, oppure mescolare a del bicarbonato per amplificare l’effetto detergente. Di solito metto pari dose di limone e bicarbonato, ma non stiamo parlando di un dolce in cui le dosi fanno la differenza 🙂

bicarbonato e parte solida per il detergente al limone

Poiché otterrete una miscela piuttosto compatta, la potete ammorbidire con qualche goccia del nostro “distillato” di limone.

ammorbidire il detergente al limone con gocce di liquido di limone
Prelevate il detergente ottenuto con una spugna e utilizzatelo come se fosse il classico detergente in crema. Risciacquate accuratamente. Sentirete che ottimo profumo di limone!

mettere il detergente al limone solido su una spugna

pulire il lavello con il detergente al limone
Un altro modo di utilizzare questa crema è di pulire la tazza del wc, soprattutto il bordo interno da dove scende l’acqua dello sciacquone: anche qui sentirete che profumo meraviglioso! Potete pulire anche tutti i sanitari, avendo l’accortezza di lavar via accuratamente i residui grumosi.
Passiamo ora ad utilizzare la parte liquida, il distillato di limone. Mi piace chiamarlo così, anche se so perfettamente che un distillato comporta tutta un’altra lavorazione! Vi consiglio di utilizzarlo principalmente come anticalcare. Qualche goccia lasciata agire sui punti incrostati del lavello lo riporta al vecchio splendore. Otteniamo lo stesso risultato dell’aceto, ma con un’altra profumazione; mio marito detesta l’aceto, anche l’odore, quindi ho dovuto pensare a qualcosa di alternativo.

usare la parte liquida del detergente al limone come anticalcare
Se le incrostazioni sono in punti in cui il liquido scivola via, magari parti in verticale, potete utilizzare degli stracci – imbevuti del liquido al limone – con cui avvolgerete le parti interessate. Inoltre, se pensate di dover lasciare lo straccio a lungo perché il calcare è molto vecchio, coprite i teli umidi con un sacchetto in modo che non si secchino.

straccio inumidito di detergente al limone per decalcificare parti in verticale
Come per tutti i prodotti naturali dobbiamo avere un pò di pazienza, ma alla fine il risultato sarà strepitoso! A volte per incrostazioni importanti sono necessarie più applicazioni. Vi assicuro che funziona. Ormai avete capito che le vegallegre vi propongono solo ricette assolutamente sperimentate!

calcare sparito col detergente al limone
Anche con il distillato al limone potete sbizzarrirvi: usatelo come detergente leggero per lavello, piano cottura e forno. O anche come deodorante per la tazza del wc, oppure come detergente per i sanitari del bagno.
Insomma, alternando crema e liquido potrete effettuare le pulizie di casa in perfetta sicurezza.
Ultimo consiglio: per la prima volta preparate la dose di un limone. Vi renderete conto di quanto ve ne serve e di quanto tempo lo conservate in frigo. Fatene sempre una dose adeguata perché, come ho già detto, si conserva per circa una settimana.
Ricapitolando: il detergente solido gratta un pochino lo sporco, quello liquido toglie macchie e calcare.
Ricordandovi che anche durante la preparazione verrete avvolte da un incredibile aroma di limone che vi profumerà la cucina, aggiungo: limoni, siete pronti? Diamo il via alla sperimentazione!

Monica