Blog

COSMESI NATURALE

Quando si parla di cosmesi naturale, si intendono tutti quei prodotti realizzati con ingredienti non nocivi per l’uomo e per l’ambiente.
Questo non perché in cosmesi sia concesso di utilizzare ingredienti tossici per l’uomo ma perché alcuni ingredienti non portano alcun beneficio alla pelle e potrebbero renderla sensibile ad allergie o irritazioni. Inoltre, per alcuni di essi, è stato ipotizzato il condizionamento del sistema endocrino e anche la possibilità che il lungo utilizzo possa essere cancerogeno.
Gli ingredienti che secondo noi da evitare sono qui di seguito divisi per tipologia
.
SILICONI E PETROLATI: si tratta di prodotti derivati dalla raffinazione del petrolio e vengono utilizzati come filmanti. La sensazione che danno è quella di una pelle morbida e vellutata ma in realtà creano solo una sottile pellicola che impedisce la traspirazione della pelle causando punti neri e pori dilatati, oltre che impedire l’assorbimento di eventuali principi attivi presenti nei prodotti.
I principali siliconi sono:
– Ciclopentasiloxane;
– Cyclomethicone
– Dimethicone
– Dimethiconol
– Trimethylsiloxysilicate
Altri ingredienti dalla composizione simile terminanti con -thicone; -xiloxane; -silanoil.
Tra i petrolati invece troviamo:
– Cera microcristallina o Mycrocrystalline Wax
– Mineral oil
– Paraffina
– Praffinum liquidum;
– Petrolatum;
– Vaselina
Cera microcristallina o Microcrystalline Wax
.

(altro…)

Tagged in ~

IMMANCABILI IN DISPENSA

Cari amici vegallegri, cosa avete in dispensa?
Giovedì 12 marzo 2020, durante una diretta Instagram, vi abbiamo mostrato cosa abbiamo noi, Monica e Giorgia. In tanti ci avete seguite, in tanti avete chiesto di salvare la diretta. L’abbiamo fatto, ma dopo 24 ore si cancella. Così abbiamo pensato di pubblicare un breve riassunto di ciò che vi abbiamo mostrato e detto.
Gli “immancabili in dispensa”!
Detti anche «IN – DISPENSA – BILI »
Bando ai giochi di parole ecco di cosa abbiamo parlato assieme.

1) BEVANDE (Monica) – oltre ai classici tè-tisane-caffè vi ho mostrato delle bevande da preparare con la moka o anche in infusione. Sono il classico orzo (anche in versione solubile), lo Yannoh (cicoria, segale e orzo tostati) e il farro tostato.

2) CEREALI (Giorgia) – la gamma di cereali sempre presenti nella mia dispensa è vasta: riso integrale – immancabile -, farro, quinoa, miglio, cous cous integrale e grano saraceno, che utilizzo macinato tipo farina, da mettere nella colazione budwig. In aggiunta Monica ci ha mostrato come si può spaziare anche con la pasta, scegliendola integrale o di diverse tipologie di grani antichi. (altro…)

Tagged in ~ , , , , , , , , , , , , ,

TOFU

Il tofu è un alimento di origine cinese, ma in Occidente è noto col suo nome giapponese.
Viene ottenuto dalla cagliatura del succo dei semi di soia (quello che comunemente viene chiamato “latte di soia”) con un procedimento analogo a quello del formaggio ottenuto dal latte vaccino. Per questo motivo il tofu è conosciuto anche come “formaggio di soia”.
Una volta che la bevanda di soia è cagliata, il prodotto viene pressato in forma di parallelepipedo in modo da perdere il siero in eccesso.

VALORI NUTRIZIONALI
Il tofu è un prodotto proteico, con una percentuale moderata di carboidrati. Possiede numerosi grassi polinsaturi, quindi serve a prevenire il colesterolo alto.
E’ ricco di potassio ma povero di sodio e anche di calorie. Inoltre è molto digeribile e privo sia di glutine che di lattosio: lo possono assumere sia i celiaci che gli allergici/intolleranti alle proteine del latte.
I valori nutrizionali completi del tofu dipendono dal processo di preparazione. Pertanto, se lo acquistiamo, dobbiamo leggere le tabelle nutrizionali – obbligatorie per legge – e controllare soprattutto la quantità di calcio che dipende dal tipo di caglio utilizzato.
La quantità di proteine è pressoché analoga a quelle del formaggio fresco, e la qualità delle suddette proteine è ottima (paragonabile a quella della carne).metà panetto di tofu naturale e metà affumicato (altro…)

Tagged in ~ , , , , , , ,

DATTERI

I datteri sono frutti altamente zuccherini dal sapore estremamente gradevole. Tradizionalmente presenti sulle nostre tavole durante le feste natalizie, si trovano in commercio tutto l’anno. Mangiati in purezza o ripieni di creme varie e frutta secca, sono un ottimo snack. Si utilizzano anche per dolcificare in maniera naturale dolci e biscotti.
Scopriamo nel dettaglio le caratteristiche del dattero.

COSA SONO I DATTERI

Il nome dattero, dal greco “daktylos” o dall’arabo “deglet” (dito), indica il frutto di una palma alta e slanciata – la Phoenix Dactylifera (fam. Arecaceae) – alta fino a 20-30 metri  tipica dei paesi a clima caldo. Infatti la troviamo in Africa Settentrionale, nel bacino del Mediterraneo, in Arabia, nel Golfo Persico, nelle Canarie ed in America Meridionale.
Il frutto è di forma ovale allungato, carnoso, di colore generalmente bruno-marrone, più o meno dorato a seconda delle varietà. Dentro ai datteri troviamo un nocciolo, cioè un seme legnoso lungo e appuntito. (altro…)

Tagged in ~ , ,

IL COUS COUS – approfondimento

COS’E’ IL COUS COUS

E’ un alimento a base di cereali tipico del Nord Africa, ma anche della Sicilia; e consiste in granelli di semola di frumento.
I chicchi di frumento Triticum durum vengono macinati grossolanamente ottenendo una granella che è appunto il cous cous, chiamato talvolta anche cuscus. In particolare la semola viene sfregata con acqua fino a che si ottengono i granelli delle dimensioni tipiche, più fini del bulgur, ma più grossi del semolino.

COME SI CUOCE?

Il cous cous che troviamo in vendita è precotto, quindi basta coprirlo di acqua leggermente salata o brodo bollenti, incoperchiare la casseruola e attendere tre-cinque minuti. Passato questo tempo si separano i granelli che nel frattempo sono aumentati di volume e si condisce con poco olio extravergine di oliva. Volendo si può scaldare ancora un paio di minuti sul fuoco. Ora è pronto per essere utilizzato secondo le varie ricette. (altro…)

Tagged in ~ , , , , , ,

LA PATATA – approfondimento

La patata viene spesso considerata una verdura al pari delle altre. Siamo sicuri che sia così? Intanto analizziamo le caratteristiche di questo ortaggio.

patate con la buccia adatte al consumo

Si tratta di un tubero, ovvero di un vegetale che viene reso commestibile dalla cottura. Appartiene alla famiglia delle solanacee (Solanum tuberosum) così come anche pomodori, peperoni, melanzane.

L’alto contenuto di solanina, che è una tossina naturale sviluppato dalla patata contro funghi e parassiti (alcaloide glicosidico), può rendere la patata poco digeribile e fastidiosa per l’uomo. Ma niente paura, è sufficiente rispettare un paio di regole e si può consumare senza timore. (altro…)

Tagged in ~ , , , , , , ,

Frullatore multifunzione VIVO

Frullatore Multifunzione VIVO

E’ dal post sul Sana che non scrivo un articolo sul blog poiché ero alla ricerca di qualcosa che mi colpisse ma, nonostante abbia trovato diversi prodotti validi  nessuno mi aveva particolarmente ispirata…fino ad ora. Quando ho ricevuto il Frullatore Multifunzione VIVO dell’azienda Classe, ho capito da subito che avrei trovato il perfetto alleato in cucina, e così è stato. E dopo averlo provato e riprovato, mi son detta che lui era il prodotto giusto su cui scrivere.
Partiamo dalla casa produttrice, la ditta Classe,  un’azienda –  ci tengo a sottolinearlo – Italiana a conduzione familiare. E’ bello scoprire che esistono ancora realtà di questo tipo e non solo grandi multinazionali. Questa familiarità ci ha permesso di conoscere Alberto, il titolare, persona squisita che si è prodigato nel darmi indicazioni e suggerimenti sull’utilizzo ottimale del frullatore.
Ma passiamo alla presentazione di questo meraviglioso elettrodomestico.

Componenti
Il frullatore si divide in due parti principali: la base e la caraffa.

La base, o corpo motore, è molto solida e stabile ed ha una forma trapezoidale, di un bel colore argento.

I  piedini che la sollevano dal piano di lavoro sono ricoperti da gommini anti scivolo, cosa fondamentale per evitare lo spostamento dell’apparecchio durante il suo utilizzo. E’ dotata di touch screen per la selezione dei programmi, che si illumina all’accensione dell’elettrodomestico. Al suo interno è alloggiato il motore il quale ha una potenza di miscelazione di 1800W e raggiunge 32000 giri al minuto al massimo della sua potenza, molto più potente di altri elettrodomestici simili di marchi più pubblicizzati e anche più costosi. Anche molto più potente del power blender che avevo in precedenza.
La caraffa, graduata, ha una capacità totale di due litri.
(altro…)

Tagged in ~ , , ,

Estrattore di succo VIVO

Oggi parliamo di … ESTRATTORE

L’estrattore di succo è un elemento indispensabile nella mia cucina. Sono già al terzo modello e devo dire che questo, il modello VIVO della ditta Classe, mi soddisfa tantissimo! Che questa Ditta ci sia subito piaciuta è indubbio e ve ne parla Giorgia QUI. A noi piacciono molto le realtà di piccole dimensioni, con cui ci si riesce a confrontarsi quasi come se fossimo anche noi di famiglia.
La relativamente piccola dimensione dell’azienda non impedisce loro di essere velocissimi nella spedizione: in un giorno lavorativo avevo già il mio estrattore! Complimenti, davvero.estrattore vivo presentato da MonicaVi voglio descrivere il prodotto sperando di dare informazioni utili a chi deve approcciarsi all’acquisto.

Montaggio
Inizio a parlarvi delle componenti del prodotto, partendo dal corpo macchina che, con un potente motore ad induzione, lavora lentamente (43 giri/minuto) per non surriscaldare gli alimenti ed estrarre a freddo. Consente di utilizare la macchina fino a 30 minuti consecutivi, anche se per un uso casalingo basta un tempo inferiore.
Sul corpo macchina innanzitutto appoggiate la tazza di spremitura, chiudendo prima il tappo di gomma rossa per evitare che fuoriesca del succo. Questo tappo si aprirà solo per la pulizia della bocchetta da cui esce lo scarto. La tazza è di Tritan, un materiale innovativo. E’ un polimero dei co-poliesteri, materiali che uniscono delle buone proprietà fisiche e chimiche alla riciclabilità e all’assenza di componenti dannose come i bisfenoli (BPA) rilasciati dal comune policarbonato ad uso alimentare.tazza di spremitura col tappo rosso dell' estrattore vivo (altro…)

Tagged in ~ , , , , ,

Sana 2018

Eccoci di ritorno dal Sana 2018, dove abbiamo trascorso due giornate incredibili, ricche di emozioni e di incontri.

Siamo arrivate sabato 8 settembre, giornata in cui era prevista la nostra premiazione al VeganFest come vincitrici del Contest Io Chef – sfida all’ultima ricetta di VeganBlog.
Abbiamo dedicato questa giornata all’incontro con tante di voi, amiche conosciute sui social e finalmente abbracciate di persona.
E’ stata una grande emozione potervi incontrare.
 

Ma i ritrovi speciali non sono terminati perché, oltre alle belle amicizie, all’interno del VeganFest abbiamo incontrato anche tanti bravissimi chef vegani come Francesco Basco, Mario De Riccardis, Emanuele Di Biase, Cristiano Bonolo, Giulia Giunta ed Enza Arena.
    

    
Nel pomeriggio di sabato siamo state premiate al primo posto del contest di VeganBlog  con la ricetta  (altro…)

Tagged in ~

Detergente al limone

Siamo in molti ad essere estremamente attenti nello scegliere cosa mangiare. Non solo in termini di scelta di ingredienti ma, soprattutto, in termini di qualità: biologico, chilometro zero, biodinamico, ecc…
Ma quando dobbiamo rassettare le stoviglie e, soprattutto, fare quel lavoro così divertente che è “pulire il lavello-i fuochi-il forno” come ci comportiamo? Vorremmo fuggire e lasciare ad altri il compito? Questo sicuramente! Ma scherzi a parte, tutti noi possediamo un ingrediente sorprendente che ci può aiutare nel campo della detergenza. Il tutto con due vantaggi:
1) riciclare gli scarti di cucina
2) ottenere un prodotto che non sia pericoloso all’inalazione durante l’uso.
Parlo del limone!

limone tagliato metà per il detergente al limone
Ma non il limone intero, quello meglio consumarlo in vari modi: spremuto per la famosa acqua e limone del mattino, per una macedonia, per un dolce, per condire le verdure… Insomma, un sacco di utilizzi!
Parlo della buccia del limone spremuto: la buttiamo? Certo che no! La possiamo mettere nella lavastoviglie, certo, per deodorare. Ma si può fare altro. (altro…)

Tagged in ~ , , , ,