CECI – COME CUOCERLI

  • CECI – COME CUOCERLI
  • CECI – COME CUOCERLI
  • CECI – COME CUOCERLI
  • CECI – COME CUOCERLI
  • CECI – COME CUOCERLI
  • CECI – COME CUOCERLI
Rating:
Servings:
4
Prep Time:
30 min + ammollo ceci
Cook Time:
30 min
Total Time:
30 min
A word from the cook
come cuocere in casa i ceci
Ingredients

ceci essiccati
alga kombu
alloro
chiodi di garofano
salvia

Instructions

Ceci – come cuocerli

Un corretto ammollo dei ceci, con tutti i cambi di acqua necessari, e la successiva cottura permettono di ridurre la concentrazione di fitine e di renderli meglio digeribili.
L’acido fitico è il deposito di fosforo dei tessuti vegetali ed è contenuto nella frutta secca e nei legumi. Gli umani e gli animali non ruminanti non riescono a digerirlo, pertanto blocca l’assorbimento di alcuni minerali quali il ferro e lo zinco e, in quantità minore, anche del calcio e del magnesio.
Qui trovate delle spiegazioni più approfondite.

AMMOLLO
Mettete in ammollo i vostri ceci.
L’ammollo deve durare dalle 8 alle 12 ore, cambiando l’acqua almeno un paio di volte; se la cambiate più volte ancora meglio. L’ammollo serve ad eliminare la gran parte delle fitine presenti nei legumi secchi: l’acqua di ammollo va sempre eliminata, e se come succede a me vi dispiace buttarla potete riutilizzarla per innaffiare le piante o, nella stagione fredda, potete metterla negli umidificatori dei termosifoni.Se fate un ammollo più lungo va bene, ma ricordatevi di mettere in frigo la ciotola in cui ammollate i ceci. Questo per tenere sotto controllo la proliferazione batterica.
Durante la fase di ammollo metto un pezzetto di alga kombu, diciamo la metà di uno dei pezzi della confezione. Questo serve a renderli più digeribili e a diminuire la formazione di gas intestinale.Durante l’ammollo si gonfiano e crescono di volume di circa il doppio.
Per darvi uno spunto delle tempistiche, se li metto a mollo alla sera verso le 20 al mattino alle 8 saranno pronti per la cottura.

COTTURA
Dopo aver fatto l’ammollo e i risciacqui passiamo alla cottura. Effettuiamo un ultimo risciacquo sotto l’acqua corrente, mettiamo i ceci in pentola assieme agli aromi. Anche in fase di cottura è utile utilizzare l’alga kombu per le ragioni sopra indicate. Al posto dell’alga kombu si può mettere una foglia di alloro (due se sono piccole), ma a me piace il gusto quindi metto sia alloro che kombu.

Quindi: ceci, alga kombu, alloro e se li amate anche un paio di chiodi di garofano oppure due-tre foglie di salvia. Questi sono facoltativi e servono solo ad aromatizzare la cottura.  Se avete già deciso di usare i ceci e la loro acqua di cottura per delle preparazioni dolci (acquafaba, vedi nel capitolo “utilizzo”)  non mettete i chiodi di garofano o la salvia. Anche se devo dirvi che ogni tanto li cucino con tutti questi aromi e, solo successivamente, decido di usarli per dei dolci: vi assicuro che non ho mai sentito gusti strani! Ma voi procedete in base ai vostri di gusti.
Ricoprite i vostri ceci con abbondante acqua fresca, diciamo almeno un dito sopra il livello dei legumi, niente sale, e metteteli sul fuoco. Per cuocere i ceci solitamente uso la pentola a pressione: chiudo bene il coperchio, accendo la fiamma vivace e, solo dopo il fischio della valvola del vapore, abbasso la fiamma al minimo. Lascio cuocere i legumi per 30 minuti.
Se li volete cuocere con la pentola tradizionale ci vorranno un paio d’ore circa. Potete verificare la cottura con un cucchiaio o una forchetta e regolarvi coi tempi.

SALATURA
Una volta che la cottura è ultimata e la valvola sfiatata aprite la pentola a pressione, aggiungete il sale e mescolate. Io la richiudo per dar modo al sale di sciogliersi. Magari ogni tanto agito la pentola per mescolarlo.Quando il sale è sciolto togliete gli aromi (alga, alloro, chiodi di garofano) e trasferite i vostri legumi in un contenitore con coperchio assieme al loro brodo di cottura. Ceci pronti all’utilizzo!Un altro metodo di salatura può essere quello di trasferire i vostri ceci cotti direttamente nel contenitore in cui li conserverete assieme al di brodo di cottura. Salate i ceci nel contenitore mescolando più volte nel corso dell’ora successiva.

CONSERVAZIONE
Conservate i ceci cotti con il loro brodo di cottura in frigorifero. Essendo una preparazione umida, vanno consumati entro tre giorni dalla cottura. Naturalmente anche la temperatura del frigorifero incide: da quando ho il frigo nuovo che raffredda molto bene i cibi durano di più.
Non amo assolutamente congelare i legumi, pertanto questa pratica non la consiglio, e non saprei nemmeno se potrebbe venire bene o meno.
Se invece volete conservarli in vasetti di vetro, dopo averli invasati con l’acqua di cottura li dovete sterilizzare in acqua bollente per 30 minuti, aspettare che i barattoli si raffreddino nell’acqua della pentola, verificare che sia avvenuto il sottovuoto, e conservarli in dispensa per un mese. Di solito non faccio nemmeno questo, preferisco cuocerli e mangiarli.

UTILIZZO
I ceci sono veramente versatili, si utilizzano sia per i salati che per i dolci, e qui elencherò solo alcune delle possibili ricette con questi splendidi legumi.
Se li utilizzate scolati da mangiare in insalata conservate il brodo di cottura per altre preparazioni: minestre, zuppe o anche il risotto!
Per fare il classico hummus usate pure il brodo di cottura per diluirlo.
L’hummus, oltre a mangiarlo nel modo classico, può essere utilizzato per realizzare dei buonissimi medaglioni.
Se invece volete utilizzare l’acqua di cottura come acqua faba leggete qui
E se poi l’acqua faba la volete trasformare in un’ottima mousse al cioccolato dovete proprio vedere questa fantastica ricetta
Infine queste sono alcune delle ricette che trovate nel nostro sito.

Ceci speziati

Zuppa di ceci e cavolo speziato

Zuppa di ceci e cavolo nero

Polpettine di ceci e olive

Burger di ceci

Crema dolce ceci e carrube

Trovate qui la videoricetta

0 Notes