Durante le feste di Natale si cucina tanto, ma si pensa anche a preparare una bella tavola. A me, da sempre, piace realizzare con le mie mani le decorazioni per la casa. Uso talvolta materiali acquistati per l’occasione, ma molto più spesso materiali di recupero che pazientemente metto da parte durante l’anno in attesa dell’occasione giusta. Se anche voi siete attratti dal “bricolage natalizio” amerete questa proposta!
Ho preparato un simpatico segnaposto, che può diventare un centrotavola per tavole piccole, utilizzando i turaccioli degli spumanti e delle bottiglie di vino.Nel mio caso procurate da mio suocero dato che noi non beviamo vino. Inoltre io tengo sempre i nastrini di tessuti che accompagnano le etichette di abbigliamento o anche le maniglie, sempre di tessuto, delle scatole di panettoni. Nel mio caso panettoni vegani.
Trattandosi di un lavoro eseguito con materiale di riciclo, ho pensato di renderlo ancora più ecologico utilizzando colla fatta in casa, evitando così l’uso di colle industriali per nulla ecosostenibili e che contengono solventi poco salubri.
Partiamo con la lista dei materiali da racimolare:

•3 turaccioli di sughero (non di plastica perché vanno tagliati)

•lacci di recupero

•creta o carta da cucina per il naso

•smalto rosso vegano

•scovolini colorati

•forbice grande, coltello, stuzzicadenti, spilli da patchwork, punteruolo

•ciotola di vetro

•paglia di carta riciclata

•un pezzetto di ghirlanda natalizia o aghi di abeteEcco qui! Tutto riciclato! E adesso l’ingrediente più importante, oltre alla pazienza: l’amido di mais. Ebbene, si ritorna ai metodi antichi, in cui si incollava con la farina. Dato però che la farina va cotta per 10-15 minuti, utilizziamo qui un metodo ancora più semplice: l’amido di mais (chiamato anche maizena) sciolto in pochissima acqua e portato ad ebollizione. Ci vorrà pochissimo tempo. Semplice.
Iniziamo la preparazione! (altro…)